MONGOLIA – Aquile e RapaciMONGOLIA – Eagles and Raptors

Tipologia: Tour
Nazione: Mongolia
Zona/regione: ovest

Durata: 12 giorni
Periodo ideale: ottobre
Partecipanti: min. 4 – max. 10

Caratteristiche del tour:
Il focus del tour è quella di assistere ai 3 giorni di competizione fra i cacciatori con l’aquila di etnia kazaka che vivono nell’estrema zona ovest della Mongolia. Quasi un centinaio di cacciatori esibiranno il loro rapace facendoci vedere come si caccia. Assisteremo inoltre ad altre emozionanti gare tipo lo strappo della pelliccia da parte di 2 cavalieri che si contorcono sui loro animali per avere la meglio; e la raccolta di una moneta dal suolo a cavallo in corsa. Da includere sicuramente fra le cose mai viste.


PROGRAMMA

Giorno 1 – Volo Italia – Ulaan Baatar via Mosca o Pechino.

Giorno 2 – Arrivo nella capitale mongola, sistemazione in albergo e giornata a disposizione.

Giorno 3 – Volo interno UB – Bayan Olgyi, (3,5 ore) sistemazione in campo ger (tende nomadi kazake) riscaldate, ristorante e docce calde: trattamento a pens. completa. Pomeriggio, visita al mercato locale e museo nazionale.

Giorno 4-5   Verso le ore 9 trasferimento di 10km in jeep o altro fuoristrada nel luogo dove si svolgerà il festival. Durante questi 3 giorni assisteremo alla presentazione e sfilata di tutti i cacciatori con cerimonia ufficiale da parte delle autorità locali. Saremo a stretto contatto coi cacciatori i quali esibiranno i loro rapaci spostandosi a cavallo e indossando splendidi abiti tradizionali. Il numeroso pubblico composto in grande maggioranza da kazaki provenienti da ogni parte della regione porterà calore, allegria e soprattutto farà un gran tifo per i contendenti al podio finale.
Donne e bambini in costume kazako si mescolano tra la folla e non sono affatto timidi davanti alle nostre cameras. Il mercatino coi prodotti tessili tradizionali offre colori allegri e vivaci e durante la pausa per il pranzo la nostra staff è organizzata con gazebo e lunch-box molto apprezzabile. Alla sera rientriamo al campo verso le ore 18 per la cena e serata in compagnia.
Il festival esiste dal 1999 e fortunatamente non è uno spettacolo per soli turisti (una minima parte) ma una vera competizione fra cacciatori orgogliosi di esibire e lanciare la loro aquila verso la preda dimostrando così la loro bravura nell’addestrarla.

Giorno 6-7 Per avere un contatto diretto e ottenere un bagaglio fotografico di nostro gradimento, senza intrusioni o divieti, ci spostiamo a 40km da Olgyi dove vivono alcuni cacciatori e noi saremo ospiti in una famiglia di essi per 2 giorni e una notte. Il paesaggio tutt’intorno offre scenari unici sia di giorno che di notte specialmente se la luna è piena. Nella loro modesta abitazione saremo accolti come gente di famiglia e un paio di ragazze dello staff penseranno al cibo e alla nostra sistemazione.
Il cacciatore rientra a cavallo nel tardo pomeriggio dalla competizione con una bellissima aquila informandoci che ha guadagnato il settimo posto e il giorno seguente sarà contento di esibirsi solo per noi.
Passeremo infatti tutta la mattina a un’ora di fuoristrada dall’abitazione in un luogo molto simile a quello del festival, una grande pianura circondata da montagne rocciose. Il nostro uomo con l’aiuto del padre ci fa assistere a una moltitudine di lanci del suo splendido animale a distanza ravvicinata e disponibile a tutte le nostre richieste fotografiche; inoltre vuole che anche noi proviamo a salire sul cavallo con l’aquila al braccio ma è solo una questione di qualche scatto. L’animale capisce che è in mano inesperte e e si capisce che non è a proprio agio. Un’emozione da non perdere. Rientriamo soddisfatti alla dimora del nostro cacciatore per il pranzo e nel tardo pomeriggio raggiungiamo Olgyi dove passeremo l’ultima notte.

Giorno 8 Volo Olgyi- UB dove arriviamo appena dopo mezzogiorno. Pomeriggio libero.

Giorno 9 Trasferimento in fuoristrada da Ulaan Baatar a Kharakorum, antica capitale a 350km su asfalto. Lungo il percorso ci fermeremo per il pranzo e visiteremo una famiglia di nomadi dove il tè tradizionale scorre a fiumi. Prenderemo alloggio in un campo ger-guest house dove la nostra interprete ci preparerà la cena e ci farà sentire a nostro agio.

Giorno 10 Visita al monastero Erdenezu circondato totalmente da alte mura portanti 108 stupa. Appena fuori dal recinto ci aspettano le varie bancarelle dove troveremo un’infinità di souvenir e dopo lunghe trattative sicuramente qualcosa ci rimarrà fra le nostre mani. Vale poi la pena portarsi in cima alle colline che circondano Kharakorum per avere una panoramica a 360°.
Appena dopo il pranzo ci rimettiamo in macchina per ritornare a Ulaan Baatar.

Giorno 11 Giornata interamente libera nella capitale per gli ultimi acquisti compresa visita allo zax, il mercato all’aperto più esteso della Mongolia dove c’è la possibilità di trovare di tutto e di più.

Giorno 12 Volo di ritorno UB- Italia, arrivo in giornata.

fine del tour


Il costo comprende:
testo in fase di definizione

Typology: Tour

Country: Mongolia
Zone/region: west

Duration: 12 days
Best time: October
Number of people: min. 4 – max. 10

Characteristic of the tour:
The focus of the tour is the 3 days competition among the kazak eagle hunters living in the extreme west part of Mongolia. Almost one hundred of them will show us how they use their eagle for hunting during the coming winter. Beside it we’ll assist at the skin-pulling riding on the horse and the collecting coin from the running horse. In a few words: something never seen before!


PROGRAM

Day 1 Fly to Ulaan Baatar via Beijing or Moscow.

Day 2 – Arriving in the Mongolian capital, take place at the hotel, rest of the day is free.

Day 3 – Early morning domestic flight from UB to Bayan Olgyi (3,5 hours), will be based in a ger camp (heated kazak tent) where restaurant and hot shower are available. Full board treatment, excellent food. In the afternoon we’ll visit the National Museum and the local open market.

Day 4- 5 – After breakfast we’ll drive for about km.10 in the place where the festival will take place. The opening ceremony will be held by local authority and the games will start soon after noon. We’ll be very close to the hunters while parading and showing their eagle on the horse and wearing traditional colourful dress. There will be a lot of people coming from any part of the province; they really feel the festival and most of them has a relative or friend hunter so they are here to support them during the game. Men, women and kids will be here picnicking all around and it will be a lunch box for us too provided by our host from Olgyi. It won’t miss a spot for the market where you can find traditional kazak carpets, scarf, bags and many other things.
The festival was started in 1999 and fortunately is not a show for tourist (a minority) but a real competition among local hunters proud to show their trained eagle.

Day 6- 7 – We decide to spend the last 2 days in Sisay county, about km.40 north of Olgyi where we’ll be guest of an eagle hunter family. The surrounding landscape will surprise us: colours, high snow-capped mountain in the background, rivers and so many animals belonging to the nomads.
We are her because we want to go out with the hunter showing us a close-up hunting performance. We’ll be driving about an hour from his home (he’ll go by horse) to a similar place of the festival and we can take all our time to get the best pictures and also handle the eagle ourselves. It will be an unforgettable experience.
The second day after lunch we’ll drive back to Olgyi and spend the night at the same camp.

Day 8 – Fly back to UB where we’ll arrive early afternoon and the rest of the day is free.

Day 9 – Early in the morning we’ll drive to Kharakorum, the ancient capital of Mongolia. The road is paved but it will take most of the day because we’ll stop for lunch and also visit a nomadic family where we can get the traditional salty tea. In Kharakorum we’ll take place in a ger-guesthouse where our guide will set up for dinner.

Day 10 – The focus here in the old capital is the Erdenezu Monastery surrounded by high walls carrying 108 stupas. Just outside the walls we’ll find 2 things: the souvenir stands where it’s possible to find an extremely variety of things and the new museum created by the Japanese. At the end of our visit it’s worth driving on top of the surrounding hill to have a 360° panorama of the monastery and the whole valley. Soon after lunch we’ll drive back to UB.

Day 11 – The whole day is free so you have the time to do the last shopping and especially visit the zax: the widest open-air market in Mongolia located km.5 from the city where you can find anything and even more.

Day 12 – Fly back to your country.


The cost includes


The ambient:
text to prepare…