ETIOPIA – Parco naz. SemienETHIOPIA – Semien Mt. National Park

Tipologia: Trekking
Nazione: Etiopia
Zona / Regione: Parco Nazionale Semien Mt.

Durata: 16 giorni.
Periodo ideale: da novembre a marzo.
Numero partecipanti: min. 4 – max. 10

Caratteristiche del tour:
Non trovo le parole adatte per definire questo trek il quale offre un paesaggio spettacolare e unico formatosi da innumerevoli eruzioni circa 40 milioni di anni fa. Il parco si estende per 180 kmq. Ed è situato nella zona afro-alpina con altitudini che variano da m.1900 a m.4543 e comprende 3 specie di mammiferi endemici: Wayla Ibex, il Lupo Etiope, e i Babbuini Gelada. Il trek si distingue da qualsiasi altra zona montana dalle Dolomiti all’Himalalaya: alla grande sopra le aspettative e da non perdere.


PROGRAMMA

Giorno 1-2 – Volo Italia – Addis Abeba (pernottamento a bordo) terza capitale più alta del mondo a 2450 m. s.l.m. Sistemazione in albergo, giornata libera nella capitale etiope con eventuale visita al mercato più vasto dell’Africa o escursione al Palazzo di Menelik.

Giorno 3 Volo interno Addis A.- Gondar (m.2210), trasferimento in città e abbondante colazione sulla panoramica terrazza del Quara Hotel. Si continua poi in jeep o minibus per Debark ( m.2800 3,5 ore) all’entrata del Parco Naz. Semien. Sistemazione in hotel e preparativi per il trekking.

Giorno 4 Al mattino presto, subito dopo la colazione lasciamo il villaggio e iniziamo subito il trek che ci condurrà a Sankaber (m.3600). Lungo il sentiero ammireremo paesaggi mozzafiato e avremo la possibilità di vedere animali endemici quali Wayla Ibex e i Babbuini Gelada. Cena e pernottamento al campo.

Giorno 5 –  Coi primi raggi del sole lasciamo il campo e quasi subito anche il sentiero principale per una deviazione che ci porterà in un punto molto panoramico per ammirare le cascate di Ginabar circondate da stupenda vegetazione. Riprenderemo poi il cammino per raggiungere Geek (m.3500) un villaggio di poche capanne dove gli abitanti vivono esclusivamente di agricoltura. Il nostro campo è a 20 min. in zona panoramica.

Giorno 6 Oggi sarà una giornata di acclimatamento ed effettueremo un’escursione soft di mezza giornata, a nord est del nostro campo raggiungeremo una zona dove vivono centinaia di babbuini per niente impauriti dalla nostra presenza. Ci spostiamo poi in zona canyon per paesaggi fuori dal mondo e con un giro ad anello ritorniamo al campo dove passeremo la seconda notte.

Giorno 7 Lasciamo il campo sempre presto dopo un’abbondante colazione che ci permette di affrontare la giornata nel migliore dei modi. Con una deviazione fuori dal sentiero principale raggiungeremo Imit Gogo: uno dei unti più spettacolari del trekking con visuale a 360° e rapaci tutt’intorno a distanza ravvicinata. Riprenderemo poi il sentiero principale che conduce a Cenek (m.3600) dove ha sede il nostro campo.

Giorno 8 Rispetto agli altri campi, a Cenek la temperatura tende ad avvicinarsi allo zero durante la notte e per questo si raccomanda un sacco a pelo caldo. Come sempre ci si alza presto cercando di essere in cammino verso le ore 7 specialmente oggi che dobbiamo raggiungere il passo e poi una lunga discesa lungo gli spettacolari campi coltivati e una moltitudine di fiori per poi raggiungere Ambico ai piedi del Ras Dashen, dove ci arriveremo in 8 ore.

Giorno 9 Cerchiamo di rilassarci il più possibile in attesa della cena perché stanotte verso le ore 3 saremo già a colazione prima d’iniziare la salita al Ras Dashen: focus del nostro trek e montagna più alta dell’Etiopia a m.4620. Camminando con calma dovremmo arrivarci in 6 ore senza nessuna difficoltà tecnica e se c’è la luna piena sarà ancora più bello. Avremo un continuo cambio paesaggistico e un dislivello di m.1200. Scendendo piano piano raggiungeremo il campo nel primo pomeriggio dove avremo modo di riposarci e rinfrescarci nel vicino torrente che affianca la nostra base. Saremo qui per la seconda notte.

Giorno 10 Partenza all’alba per l’ultima tappa del trek: Ambico – Cenek. Torniamo sulle tracce precedenti ma non sembrerà assolutamente una ripetizione perché avremo il sole alle spalle e una panoramica spettacolare che all’andata avevamo dietro di noi. E’ chiamata anche” la tappa degli stambecchi” perché il nostro passaggio coincide con le loro uscite in alcuni punti panoramici dove si foraggiano (binocolo indispensabile). Saremo a Cenek per l’ultima notte.

Giorno 11 Trasferimento in jeep o minibus da Cenek a Gondar via Debark ( circa 5 ore). Sistemazione in hotel e totale relax. Cena e pernottamento al Quara Hotel.

Giorno 12 Giornata interamente dedicata all’antica città di Gondar che fu capitale nel 1636 con visita al castello, alla chiesa di Debre Berham Selassie e i bagni di Fasilada. Cena e pernottamento al Quara Hotel per la seconda notte.

Giorno 13 Trasferimento terrestre da Gondar a Bahir Dar (circa 3 ore) ed escursione alle cascate Nilo Blu. Cena e pernottamento a Bahir Dar.

Giorno 14Giornata interamente dedicata all’escursione sul Lago Tana per la visita ad alcuni dei tanti monasteri presenti nel lago. Seconda notte a B.Dar.

Giorno 15 Volo Bahir Dar – Addis Abeba e giornata libera.

Giorno 16 – Volo Addis A.- Italia.

fine del tour


NOTE: Lo stesso trek può essere allungato a 10 giorni: Raggiunta la cima del Ras Dashen invece di tornare ad Ambico si prende il sentiero che dai piedi del monte porta verso nord-ovest scendendo verso il low-land (bassorilievo) essendo sempre a un’altitudine media di m.1500 per terminare poi ad Aderkhai e tornare a Gondar in jeep. Una seconda alternativa è quella di estendere il trek a 16 giorni svincolando dai piedi del Ras Dashen verso nord fino a raggiungere Lalibela; fermandosi qui 3 giorni e poi volare ad Addis Abeba.

Il costo comprende: Il trekking include tutti i pasti con bevande non alcoliche, entrata al parco, guida locale, scout, cuoco, materiale da campeggio, muli per il trasporto del materiale da campeggio e bagagli. Per motivi igienici sanitari è consigliabile portarsi il proprio sacco a pelo e anche torcia frontale e binocolo. Il percorso non presenta nessuna difficoltà tecnica, si cammina +- 7 ore al giorno a un’altitudine media di m.3500. Temperatura eccellente di giorno e vicino allo zero durante la notte. Crema protettiva indispensabile.

Nel tour non sono incluse: bevande alcoliche, l’entrata al castello, chiesa e monasteri. L’itinerario sopra menzionato può essere prolungato e abbinato a qualsiasi altro tour presente in Etiopia (Dankalia, Lalibela (parte nord) Herar (parte est) Lago Chamo e Mago Park (tutta la parte sud).

Da sapere: Non imbottitevi di pastiglie inutili contro la malaria, un buon repellente è utile e sufficiente. Contro la dissenteria consiglio NOROXIN. Durante il giorno, sia al nord che al sud fa caldo ma alla sera fa fresco. Dappertutto dove si dorme ci sono le zanzariere. Specialmente al sud si viaggia quasi interamente su piste sterrate a bordo di Toyota Land Cruiser e le infornate di polvere sono inevitabili.

Typology: Trekking
Country: Ethiopia
Zone / Region: Samien Mt.National Park

Duration: 16 days.
Best time: From October through March.
Number of people: min. 4 – max. 10

Characteristic of the tour:
The trek offers a spectacular landscape which took shape from the numerous volcanic eruptions dated about 40 million years ago. The National Park cover 180 square km. and lies in the afro-alpine area at variable altitudes from 1900m to 4543m.
There are 3 kind of endemic mammals present in the park: Wayla Ibex, Ethiopian Wolf and Gelada Baboons. I do not find the right word to frame this spectacular and unique trek.


PROGRAM

Day 1-2 – Arrive in Addis Abeba capital of Ethiopia and 3rd highest capital of the world (2450m.above sea level. Take place at the Taitu hotel; free day, eventually visit at the market (the hugest in Africa) or visit the Menelik Palace located on top of the hill.

Day 3 Domestic flight early in the morning from Addis.A to Gondar, 2210m above sea level. After a good breakfast at Quara Hotel we’ll be driving straight to Debark at the entrance of Semien N. P. Dinner and overnight in hotel.

Day 4 – Early in the morning, soon after breakfast we’ll start hiking up toward Sankaber . Along the trail we’ll have a spectacular view of the landscape and should be able to see endemic mammals such as Wayala Ibex and Gelada Baboons. It’ll take about 7 hours to reach Sankaber where we’ll spend the night after a delicious dinner.

Day 5 – Soon after a good breakfast we’ll move forward heading to Geek, a nice little village located of about 6 hours distance from Sankaber. After a while we’ll switch-off the main trail to rach a platform where we’ll have an excellent view of the Ginabar waterfall. The total time from place to place always depend on how long we stop for taking pictures. Our camp in Geek is set in a nice place at 20 min. from the village.

Day 6 – It will be an easy day today. We’ll spend most of the day hiking north of our camp stopping frequently to admire the different landscape and overall hundreds of baboons playing around and almost indifferent in front of our cameras. We turn back to the camp early afternoon and relax. It will be good for our acclimatization. It will be the 2nd night at Geek campsite.

Day 7 – Just when the sunrise show us that also today it will be a sunny one, we start hiking toward Imitgogo: it’s probably the most spectacular place of the trek located at m.3950 above the sea level allow us a 360° view. Eagle and hawks will fly close to us always looking for food. Afterward we’ll be heading toward Chenek reachable after 8 hours from the start. It was a long day but worth every step.

Day 8 As usually we start hiking early after an excellent breakfast; it will be an up and down today. After the pass we have a long way down crossing spectacular crops fields where cactus and flower are numerous. Our next camp will be Ambico at m.3400.

Day 9 – We won’t pack our tents today because we’ll trek up to the top of Mt. Ras Dashen: highest peak of Ethiopia (m.4620). We take breakfast at 2,30am and start no later than 3,30. If we catch the full moon it will be just wonderful. We’ll go m.1500 higher than where we are and will have an astonishing view of all the Semien mountains chain from the top of Ras Dashen. Will go back to Ambico campsite early afternoon and realx before dinner.

Day 10 – Weak up early as usually for the last day of hike: Ambico – Chenek: we actually will go back through the same trail but it won’t be annoying because we’ll have the sun behind us and the panorama looks quite different. It’s also called “the ibex day” because we should be able to spot many of them before and after the pass. We need a binocular to enjoy them better. Overnight at Chenek’s camp.

Day 11 Transfer by jeep or minibus from Chenek to Gondar via Debark (about 5 hours) where we take place at Quara Hotel.

Day 12 Gondar in 1636 was the capital of Ethiopia. The Royal Enclosure, the Fasilada’s Bath and the Debre Berham Selassie church are kept in a good shape and really worth a visit. It’s well worth to spend at least a couple of days in this peaceful city.

Day 13 – 14 – We’ll move today from Gondar to Bahir Dar, driving 3 hours to south-west of the country. Bahir Dar is a nice place located on Lake Tana and 30km away from the Blue Nile Falls. We need to spend 2 days here

Day 15 Domestic flight from Bahir Dar to Addis A early in the morning. The rest of the day is free.

Day 16 Flight from Addis A. to your country.

End of the tour


NOTE: The trek could be extended to 10 days: instead of going back to Ambico we take the trail from the pass at the feet of Ras Dashen and head to north-west going into the low-land at an average altitude of m.1500 and ending up at Aderkhai where we’ll take the jeep back to Gondar.
Another possibility is an extension to 16 days: from the pass we’ll be heading north ending up at Lalibela, spending 3 days there and than fly back to Addis Abeba.

The tour include: The tour includes everything from airport to airport. Half board.
The trekking include: all meals and non alcoholics drinks, park entrance ,local guide, scout, cook, all the camping stuff needed, mule for luggage transportation.
We’ll be hiking an of 7 hours a day at an average altitude of m.3500 above sea level without technical difficulties.

Not included in the tour are: alcoholic beverages, entrance ticket to churches, Royal Enclosure and monasteries on Lake Tana.
Suggestions: take your own sleeping bag, binocular, sunscreen cream, flash light.
The itinerary mentioned above could be combined with any other tour in Ethiopia like Danakil Depression and Lalibela (north part), Herar (east part), Lake Chamo and Mago Park (south part).